F1 Gp Germania 2018 - GARA

Tra una settimana si corre in Ungheria, ora è la Mercedes a guardare la Ferrari dall'alto in basso!

Classifica costruttori: Mercedes 310, Ferrari 302, Red Bull 211.

Classifica piloti: Hamilton 188, Vettel 171, Raikkonen 131, Bottas 122, Ricciardo 106, Verstappen 105.

Hulkenberg chiude in quinta posizione davanti a Grosjean, Perez, Ocon, Ericsson e Sainz (che sarà penalizzato e dunque l'ultimo punticino dovrebbe prenderlo Hartley).

DISASTRO FERRARI CON RAIKKONEN CHE A MALAPENA TIENE DIETRO VERSTAPPEN!

DOPPIETTA MERCEDES CON IL SECONDO POSTO VALTTERI BOTTAS!

HAMILTON TAGLIA IL TRAGUARDO E VINCE IL GRAN PREMIO DI GERMANIA!

Comincia l'ultimo giro per Hamilton!

Grosjean supera Ericsson e sale in ottava posizione.

Un indiavolato Hamilton gira in 1'15"708.

James Allison avvisa via radio di Bottas di starsene tranquillo e pensare solamente a mantenere la posizione.

I primi quattro si sgranano, Hamilton si invola verso il successo a meno di ulteriori rovesci negli ultimissimi giri.

Altro giro veloce di Hamilton, 1'15"745.

Hamilton prende il largo, Bottas è già a due secondi di ritardo.

Sainz sotto inchiesta per aver superato in regime di safety car.

Giro veloce di Hamilton, 1'16"596.

Bottas attacca Hamilton, il britannico mantiene la posizione!

La Safety Car si fa da parte, la gara riprende!

10 giri al termine, tutti dietro la safety car.

Classifica dopo 55 giri: 1 Hamilton, 2 Bottas, 3 Raikkonen, 4 Verstappen, 5 Hulkenberg, 6 Perez, 7 Ocon, 8 Ericsson, 9 Sainz, 10 Grosjean.

Esce di scena anche l'altra Williams di Stroll che viene rimessa dentro il garage.

Approfittando del caos Lewis Hamilton è diventato il nuovo leader della gara, alle sue spalle l'altra Mercedes di Valtteri Bottas! Se le Frecce d'Argento portano a casa l'uno-due con questi presupposti possiamo dire che anche il mondiale 2018 prenderà definitivamente la strada di Stoccarda.

Gara finita anche per Sirotkin, Williams in fumo.

Anche se mancano ancora 10 gare al termine della stagione, già oggi possiamo dire che Vettel per il secondo anno consecutivo ha consegnato il mondiale a Hamilton!

Vettel non è riuscito a tenere in strada la sua Ferrari con le gomme d'asciutto sulla pista bagnata, inevitabile l'impatto con le barriere!

E INFATTI VETTEL FINISCE A MURO!!!

Adesso si gira in 1'30", adesso sì che vale la pena montare le gomme da bagnato!

Disturbato dai doppiati, Raikkonen va lungo e Bottas lo passa!

In alcune zone sta diluviando, in altre c'è il sole, finale pazzo a Hockenheim, ormai Bottas ha preso Raikkonen!

Spettacolare 360 di Leclerc in uscita da curva 1!

Bottas e Hamilton si avvicinano a Raikkonen che deve gestire gomme ormai a fine vita.

Vettel allunga su Raikkonen, 7 secondi di vantaggio per il tedesco.

Gasly monta le full-wet per poi cambiare idea al giro successivo.

Vettel, che nel frattempo ha perso un pezzo d'ala anteriore, viene avvisato che la pioggia dovrebbe diminuire.

Hamilton gira in 1'16"957 nonostante in alcuni punti stia piovendo!

La Sauber-Alfa Romeo tenta l'azzardo con Leclerc che monta le intermedie!

Comincia a piovere in curva 2!

La Mercedes richiama ai box Hamilton, il britannico monterà le ultra-soft per un'ultima parte di gara molto aggressiva!

25 giri alla bandiera a scacchi, i nuvoloni si avvicinano sempre più alla pista!

I tecnici annunciano via radio a Bottas che la pioggia dovrebbe arrivare tra dieci minuti.

Comunicazione via radio di Raikkonen: "Se devo far passare Vettel ditemelo chiaramente, non venitemi a parlare di surriscaldamento delle gomme e altre menate simili!"

Ecco lo scambio di posizioni! Vettel supera Raikkonen e torna al comando della gara!

Vettel via radio cerca di far capire ai tecnici della Ferrari che forse è il caso che Raikkonen si faccia da parte...

Vettel vicinissimo a Raikkonen, il tedesco prepara il sorpasso sul compagno di box!

Vandoorne procede molto lentamente, ennesimo problema tecnico sulla McLaren del belga.

Siamo esattamente a metà gara, i due piloti Ferrari alle prese con il blistering e un degrado precoce delle gomme, Hamilton gira sullo stesso ritmo delle Rosse.

Classifica dopo 33 giri: 1 Raikkonen, 2 Vettel, 3 Hamilton, 4 Bottas, 5 Verstappen, 6 Magnussen, 7 Hulkenberg, 8 Grosjean, 9 Perez, 10 Ericsson.

Nel frattempo anche Verstappen si è fermato per il cambio gomme, adesso ci sono due Ferrari al comando con Raikkonen che precede Vettel!

Non c'è stato bisogno della virtual safety car, i commissari hanno rimosso in tempo record la vettura dell'australiano dalla via di fuga.

RItiro per Ricciardo! La Red Bull dell'australiano si ammutolisce in mezzo alla pista, altro problema tecnico per la scuderia anglo-austriaca!

Pit stop per Bottas che cede la leadership a Max Verstappen.

Bottas diventa così il nuovo leader della gara, in questo momento la pioggia sarebbe un alleato molto prezioso per la Mercedes.

Bloccaggio al limite per Vettel che spiattella la gomma anteriore sinistra, il tedesco deve rientrare ai box per rimanere davanti a Hamilton.

Invariate le posizioni di testa con Vettel che fa l'andatura davanti a Bottas e Verstappen, in attesa della pioggia che dovrebbe arrivare tra una decina di minuti.

È iniziato il valzer dei pit stop, si sono già fermati Hulkenberg, Sainz, Magnussen, Grosjean e Leclerc.

Ce la farà Raikkonen a compiere tutti questi giri con la gomma gialla? Domanda che rischia di rimanere senza risposta se cominciasse a piovere.

Ricciardo in pressing su Leclerc, l'australiano effettua il sorpasso all'inizio del Motodrome.

Classifica provvisoria dopo 17 tornate: 1 Vettel, 2 Bottas, 3 Verstappen, 4 Raikkonen, 5 Hamilton, 6 Magnussen, 7 Hulkenberg, 8 Perez, 9 Grosjean, 10 Sainz.

50 giri alla conclusione.

La Mercedes non reagisce lasciando fuori Bottas, anche se Raikkonen fa il giro veloce in 1'17"581.

All'inizio del 15^ giro Raikkonen prende la via della pit lane e si ferma ai box per montare la gomma gialla (soft), il finlandese torna in pista appena davanti a Hamilton.

Hamilton supera Magnussen e ora ha finalmente un po' di strada libera davanti a sé.

Sainz si fa vedere negli specchietti di Grosjean, i due si contendono la nona piazza.

Hulkenberg diventa la prossima preda di Hamilton che divora il tedesco della Renault in un sol boccone.

Ci sono già 25 secondi di gap tra Vettel e Hamilton.

Ricciardo su Ericsson, Hamilton su Perez, altri due sorpassi portati a casa.

Dietro i primi quattro (Vettel, Bottas, Raikkonen, Verstappen) c'è il vuoto: Magnussen è a più di 10 secondi di ritardo dall'olandese della Red Bull.

Grosjean perde un'altra posizione a vantaggio di Hamilton.

Perez e Grosjean in lotta tra loro, prevale il messicano che prende la posizione sul francese.

Sainz non può opporsi all'attacco di Hamilton che guadagna un'altra posizione, ora è nono.

Ricciardo sta usando la gomma bianca e per questa ragione impiega più tempo a rimontare, l'australiano in questo momento è sedicesimo.

Ci sono già due secondi di divario tra Vettel e Bottas.

Hamilton entra in zona punti grazie al sorpasso su Leclerc che non può difendersi con una macchina nettamente inferiore alla Mercedes.

Hamilton infila Alonso e sale in undicesima posizione.

1'17"942 per Vettel che prova subito ad allungare e a sgranare il gruppo.

Al termine del primo giro Vettel transita davanti a Bottas, Raikkonen, Verstappen, Magnussen, Hulkenberg, Grosjean, Perez, Sainz e Leclerc. Hamilton è già risalito in 12^ posizione.

Ottima partenza di Vettel che mantiene il comando, alle sue spalle Bottas, Raikkonen e Verstappen minaccioso negli specchietti della Rossa!

+++ SI SPENGONO I SEMAFORI, VIA +++

Le macchine si posizionano sulla griglia di partenza, ormai ci siamo!

Sono previsti 67 giri per un totale di 306 chilometri.

Temperatura dell'aria di 26 gradi, temperatura dell'asfalto di 44 gradi, cielo parzialmente nuvoloso, è previsto un peggioramento delle condizioni meteo ma le probabilità di pioggia restano basse.

I primi 10 partiranno con la gomma ultra-soft, dall'undicesimo in poi gomma gialla (a eccezione di Ocon), Ricciardo è l'unico a usare la media.

Comincia il giro di ricognizione!

Appuntamento alle ore 15.10 di domani per la partenza del Gran Premio di Germania!

Leclerc si toglie la soddisfazione di precedere Perez in quinta fila.

Quarta fila tutta Renault con Hulkenberg e Sainz.

Grazie ai guai di Hamilton e Ricciardo la Haas ipoteca la terza fila con Magnussen davanti a Grosjean.

Verstappen ottiene la quarta casella sulla griglia di partenza, il massimo risultato raggiungibile per la Red Bull.

La Mercedes trova comunque la prima fila grazie a uno straordinario Bottas che fa arretrare Raikkonen in seconda fila.

Vettel si riprende la pole position in 1'11"212!

Tempone di Bottas, 1'11"416!

+++ BANDIERA A SCACCHI +++

Raikkonen si ferma a soli 8 millesimi da Vettel!

Bottas fa lo stesso identico tempo al massimo di Vettel nel primo settore!

I piloti rompono il silenzio ed escono dai box per il secondo e ultimo tentativo!

5 minuti al termine della Q3, adesso c'è la classica calma prima della tempesta!

Ottavo tempo per Leclerc che in 1'13"229 accusa +1"690 di ritardo nei confronti di Vettel.

1'12"544 per Grosjean che ottiene il quinto tempo a soli due decimi da Verstappen.

Verstappen chiude in 1'12"332, quarto tempo a 793 millesimi da Vettel.

Bottas limita i danni in 1'11"709 a 170 millesimi da Vettel ma davanti a Raikkonen!

Con un ultimo settore da paura Vettel fa il miglior tempo in 1'11"539!

Raikkonen ferma il cronometro sull'1'11"880!

Raikkonen è il primo a lanciarsi, ottimo primo settore per il finlandese anche se non è record assoluto!

La lotta per la pole entra nel vivo, con i piloti che vorranno sbrigarsi a fare il tempo visto lo spauracchio pioggia!

+++ SEMAFORO VERDE +++

Intanto la temperatura dell'asfalto è salita a 40 gradi.

Nuvoloni minacciosi all'orizzonte, la pioggia potrebbe tornare giusto in tempo per la Q3!

Ericsson e Hulkenberg non si migliorano, lo svedese esce di scena mentre il tedesco resta nella top ten.

Leclerc risale in ottava posizione e conquista un'altra presenza in Q3!

Ottavo tempo per Sainz, 1'13"032. Alonso resta appena fuori dalla top ten ed è eliminato!

+++ BANDIERA A SCACCHI +++

Secondo tempo per Verstappen, 1'12"188 a 36 millesimi da Bottas.

Verstappen fa il record nel primo settore.

1'13"736 per Ericsson che sale momentaneamente in decima posizione.

Verstappen preferisce non rischiare e torna in pista con le ultra-soft, con la gomma gialla l'olandese ha girato un secondo più piano rispetto a Bottas.

È proprio Ericsson, colui che ha provocato la bandiera rossa, il primo a tornare in pista. Lo svedese è dodicesimo e cerca di qualificarsi per la Q3, con il compagno Leclerc in ottava posizione.

Gli steward hanno provveduto a rimuovere la ghiaia dalla sede stradale e dalla traiettoria, tra pochi istanti ricominceranno le qualifiche!

La direzione gara decide di interrompere momentaneamente le qualifiche per consentire ai commissari di pulire la pista dalla ghiaia trasportata da Ericsson.

+++ BANDIERA ROSSA +++

Vettel e Raikkonen costretti ad alzare il piede per colpa dell'errore di Ericsson, i due ferraristi chiudono in seconda e terza posizione.

Ericsson esce di pista riuscendo comunque a far galleggiare la sua Sauber-Alfa Romeo nella ghiaia e a tornare in pista.

Ricciardo si trova già in zona interviste, l'australiano nemmeno scende in pista.

Verstappen prova a qualificarsi per la Q3 con gomma gialla (soft)!

Ora tocca a Bottas difendere l'onore della Mercedes, il finlandese alza l'asticella in 1'12"152!

Grosjean chiude il primo giro in 1'12"722, Magnussen fa ancora melgio in 1'12"523! Haas in grande forma!

Nel frattempo è cominciata la seconda mini-sessione di qualifiche!

Nella Q2 vedremo in pista Raikkonen, Vettel, Bottas, Grosjean, Leclerc, Magnussen, Verstappen, Ricciardo, Sainz, Perez, Hulkenberg, Ericsson, Alonso e Sirotkin. Hamilton sarà il grande assente dopo il problema accusato al termine della Q1.

Un replay svela l'arcano: Hamilton è passato con troppa violenza sul cordolo danneggiando il fondo della sua W09 con gli ingegneri che via radio gli intimano di fermarsi per non aggravare ulteriormente la situazione.

Niente da fare, Hamilton si arrende, per lui le qualifiche finiscono qui!

Hamilton costretto a fermarsi in mezzo alla pista, il britannico prova a spingere la sua Mercedes il più vicino possibile verso i box!

1'13"324 per Sainz, un tempo che gli vale la decima posizione.

Problemi al cambio per Lewis Hamilton che lamenta di essere bloccato in quarta marcia!

Sainz si lancia per l'ultimo tentativo a pochi secondi dalla bandiera a scacchi, in questo momento lo spagnolo è penultimo.

Hamilton ha commesso un paio di errori in questa Q1 che gli hanno impedito di rispondere ai tempi dei ferraristi.

1'13"614 per Alonso che risale in dodicesima posizione, appena dietro a Ericsson che a sua volta si è migliorato.

Sesto tempo per Leclerc, 1'13"077. La pista si sta gommando e di conseguenza i tempi scendono, tutti più o meno si stanno migliorando.

1'12"986 per Grosjean che risale in quarta posizione.

1'13"127 per Verstappen che si migliora ma resta in quinta posizione.

1'12"505 per Raikkonen che si rimette davanti!

Classifica provvisoria a 6 minuti dalla fine della Q1: 1 Vettel, 2 Raikkonen, 3 Bottas, 4 Hamilton, 5 Verstappen, 6 Hulkenberg, 7 Grosjean, 8 Ricciardo, 9 Leclerc, 10 Ericsson, 11 Magnussen, 12 Ocon, 13 Perez, 14 Gasly, 15 Alonso. A rischio eliminazione Sainz, Hartley, Stroll, Sirotkin e Vandoorne.

Quarto tempo per Verstappen, 1'13"179 a 6 decimi da Vettel, Ricciardo a circa un secondo di ritardo e con l'ottavo tempo.

Vettel risponde a Raikkonen in 1'12"538.

Raikkonen torna davanti in 1'12"723.

6 motorizzati Ferrari nei primi 10, un dato di fatto che sta cominciando a diventare una costante nei weekend di gara.

247 millesimi di ritardo da Vettel per Hamilton che ottiene il terzo miglior tempo.

Bottas chiude in 1'13"310, terzo tempo a 545 millesimi per il finlandese.

Vettel sopravanza Raikkonen per appena 29 millesimi!

Gran tempo per Raikkonen, 1'12"794!

Grosjean migliora di 15 millesimi il tempo di Leclerc.

Buon tempo anche per l'altra Sauber-Alfa Romeo di Ericsson, terzo tempo in 1'13"891 per lo svedese.

Miglior tempo per Leclerc, 1'13"562.

22 gradi la temperatura dell'aria, 33 gradi la temperatura dell'asfalto. È uscito un pallido sole che contribuirà a scaldare la pista.

1'13"874 per Hulkenberg che fa segnare la miglior prestazione finora, in attesa dei big.

Quarto tempo per Alonso, 1'14"692 a 733 millesimi da Grosjean.

Vandoorne via radio si lamenta di una McLaren inguidabile.

Grosjean migliora di oltre un secondo il tempo di Ocon scendendo sotto l'1'14".

Ocon davanti a tutti in 1'15"034.

Sirotkin chiude in 1'15"771, Leclerc transita in 1'15"203.

La pista si è asciugata in fretta, Sirotkin è il primo a uscire dai box montando direttamente le slick (ultra-soft).

Fortunatamente la pioggia ha concesso un po' di tregua e Charlie Whiting ha potuto dare regolarmente il via alle qualifiche!

+++ SEMAFORO VERDE +++

Appuntamento alle ore 15.00 per l'inizio delle qualifiche, pioggia permettendo.

Classifica tempi FP2: 1 Leclerc, 2 Ericsson, 3 Siroktin, 4 Vettel, 5 Gasly, 6 Hartley, 7 Hulkenberg, 8 Raikkonen, 9 Stroll.

Ericsson transita in 1'35"000, uno-due Sauber-Alfa Romeo!

Leclerc vola e chiude in 1'34"577!

Secondo tempo per Ericsson, 1'35"459 a 125 millesimi da Sirotkin.

Sirotkin davanti a tutti in 1'35"334.

Hamilton esce dai box a 50 secondi dalla bandiera a scacchi, un solo giro di out-in per il britannico.

Vettel esagera e va lungo girandosi nella via di fuga asfaltata.

Gasly pizzica la linea bianca del cordolo e perde il controllo della sua Toro Rosso andando in testacoda.

Vettel chiude scodando in 1'35"573, il tedesco toglie 46 millesimi al tempo di Leclerc.

Gasly continua ad avere la velocità più alta in 290,6 km/h.

Ericsson si accoda a Leclerc per 88 millesimi.

Nonostante l'errore Leclerc chiude in 1'36"447, in pista anche i big che vogliono prendere un minimo di confidenza con la pioggia, la pista bagnata e le gomme full-wet.

Leclerc fa il record nel primo settore ma poi va nuovamente lungo.

Sirotkin si migliora in 1'37"376 portandosi a mezzo secondo da Hulkenberg,

1'39"655 per Leclerc che è anche andato lungo, il monegasco prova comunque a rilanciarsi sotto l'acqua.

Ericsson gira un po' più piano di Sirotkin in 1'37"927.

Sirotkin chiude in 1'37"644, a quasi otto decimi da Hulkenberg.

L'intensità della pioggia è leggermente diminuita, Sirotkin, Leclerc ed Ericsson ne approfittano per fare qualche giro con le gomme da full-wet.

Hamilton si aggira per il paddock, lontano dalla Mercedes W09 che resta ferma nei box.

Alcuni piloti come Hartley e Raikkonen sono rimasti dentro le rispettive macchine, attendendo direttive dai tecnici, ma è probabile che non vedremo nessuno tornare in pista in questi ultimi 12 minuti di FP3.

20 minuti al termine della FP3, tutto tace in pista.

Patata bollente per Charlie Whiting, se dovesse continuare a piovere così tanto dovrà decidere se far disputare comunque le qualifiche oggi oppure domattina.

Peccato per il pubblico che ha pagato il costo del biglietto ed è costretto a vedere la pista desolatamente vuota.

Le previsioni confermano la pioggia anche per le prossime ore, rischiamo di assistere a una qualifica simile a Monza 2017 che si era protratta fino al tardo pomeriggio.

Tutti i piloti sono giù dalle macchine e ne approfittano per rilassarsi e scambiare quattro chiacchiere con gli ingegneri.

Adesso sulla pista di Hockenheim si sta abbattendo un vero e proprio acquazzone, se continua così sarà difficile rivedere un po' di azione negli ultimi 35 minuti.

A quanto pare ha funzionato la danza della pioggia in casa Red Bull: il team anglo-austriaco si è sempre trovato a suo agio con la pista bagnata, anche grazie al talento di Verstappen che attualmente è il pilota che va più forte sotto l'acqua, ricordiamo ancora tutti le sue prodezze a Interlagos 2016.

La Pirelli per ogni weekend porta un numero limitato di gomme intermedie e da bagnato, motivo per cui i piloti preferiscono girare il meno possibile, soprattutto nelle prove libere, per non rimanere a corto di pneumatici durante qualifiche e gara.

Tutti fermi ai box in attesa che il maltempo conceda una tregua.

45 minuti al termine della FP3, l'intensità della pioggia sembra essere aumentata.

Testacoda per Sainz che riparte, problemi di aquaplaning da mettere in preventivo con questa pioggia.

Hulkenberg è il primo a riempire la classifica dei tempi fermando il cronometro sull'1'36"873, 23 secondi più lento rispetto alla miglior prestazione di Verstappen.

Comunicazione via radio di Ricciardo: "Si può girare solo con le full-wet". In effetti basta vedere le immagini, pista allagata e proibitiva per le intermedie, figuriamoci per le slick.

Vandoorne imita Verstappen e Magnussen prendendo la via dei box senza completare il giro.

Lungo di Gasly, a dimostrazione di come sia difficile tenere in pista le macchine con queste condizioni.

Anche Verstappen si limita a effettuare una tornata di perlustrazione senza lanciarsi.

Il danese della Haas preferisce abortire il giro e rientrare ai box, se l'avesse completato avremmo visto un tempo di circa 1'40".

Magnussen prova a lanciarsi, ovviamente i tempi sotto la pioggia saranno molto più alti rispetto a quelli con pista asciutta.

Stanno girando anche le due Haas di Grosjean e Magnussen, oltre all'altra Sauber-Alfa Romeo di Leclerc.

È cominciata ufficialmente la FP3, il primo a scendere in pista con le gomme da bagnato è Marcus Ericsson.

+++ SEMAFORO VERDE +++

Vedremo se i team manderanno comunque in pista i piloti in queste condizioni.

Meteo più instabile rispetto alla giornata di ieri, la temperatura dell'aria è inferiore ai 20 gradi e quella dell'asfalto non supera i 23 gradi. Ma soprattutto sta piovendo, pista bagnata!

Eccoci qui per seguire la terza e ultima sessione di prove libere!

+++ FINE FP2 +++

Si è appena conclusa la seconda sessione di prove libere del Gp di Germania. Il miglior tempo è stato registrato da Max Verstappen su Red Bull. Dopo di lui le Mercedes di Hamilton e Bottas, con l'inglese a soli 26 millesimi dall'olandese (1:13.085). Seguono le Ferrari con Vettel più veloce di Raikkonen. Completano la top ten Grosjean, Magnussen, Leclerc, Hulkenberg e Ocon. Tredicesimo posto invece per Ricciardo, l'unico a mantenere le gomme soft. Prestazione relativa quella dell'australiano, il quale domenica partirà dall'ultimo posto.

Bandiera a scacchi! La Red Bull rimane in testa anche nelle FP2, questa volta con Max Verstappen, il più veloce davanti a Hamilton e Bottas

Lamentele dell’ultim’ora giungono da Hamilton e Hulkenberg: il primo dice di avere il sedile che scotta, mentre il tedesco, a quota 23 giri con le US, dice di non riuscire ad andare oltre, anche se i suoi gli chiedono di continuare a girare

Verstappen, Bottas, Raikkonen e Ricciardo sono con le soft, Hamilton e Vettel con la medium

Pronto a scendere in pista con la gomma bianca anche Hamilton. Vettel, con la stessa mescola, è già dentro

Piccola escursione nella ghiaia poco fa per la Williams di Sirotkin, Ai box Red Bull intanto stanno smontando la RB14 per capire se il problema è legato al motore o al cambio

Lavoro differenziato ora per Bottas e Hamilton, con il finlandese che è passato alle soft. Ci sono invece dei problemi al motore pare per Verstappen, fermo ai box dopo aver lamentato dei rumori strani alla PU della sua Red Bull

Venti minuti alla fine della sessione: Verstappen, Hamilton, Bottas, Vettel, Kimi, Grosjean, Magnussen, Leclerc, Hulkenberg e Ocon. Nella simulazione dei gara con mescola US intanto, Kimi è risultato più veloce di Vettel. Il tedesco ora è passato alle medium. Entrambe le Mercedes sono invece su US, Verstappen su soft e Ricciardo con le medium

Antonio Giovinazzi, al volante nelle FP1 con la Sauber, ai microfoni Sky: “Bello tornare oggi in auto con un team che già conoscevo. La sessione non è andata completamente liscia, ma mi sono divertito. Ho perso un po’ all’inizio del run con le gomme medie, lavoro che mi serviva per girare poi con la mescola più morbida, ma l’obiettivo era prendere confidenza con la macchina e portare a termine il lavoro del team. Non vedo l’ora di tornare al volante la prossima settimana. Nelle FP1 non si spinge al massimo, quindi mi aspetto che in futuro avrò il mio weekend pieno. Il mio obiettivo il prossimo anno è essere in macchina, dopo due anni da riserva Ferrari, in cui ho imparato moltissimo. La Sauber può essere un team papabile per il prossimo anno, ma vedremo”.

Contatto sfiorato tra la Williams di Sirotkin e la Red Bull di Ricciardo

Sulla medesima mescola del tedesco è anche la Mercedes con Bottas, ma i tempi della Ferrari sono un pò altalenanti

Vettel ora è passato alla simulazione del passo gara con la US

Ricciardo in realtà non è ancora passato alle US, finora ha girato solo con medium e soft e si trova al 12esimo posto

Hulkenberg si infila in nona posizione

Alle spalle dell’olandese, nella simulazione di qualifica, troviamo Hamilton, Bottas, Vettel, Kimi, Grosjean, Magnussen, Leclerc, Perez e Sainz

A metà sessione Verstappen fa segnare il nuovo record della pista: 1:13.085. Intanto le temperature dell’asfalto si sono alzate ulteriormente: 54°C quella dell’asfalto, 34°C quella dell’aria

Detto, fatto. In pista ora con le US anche le due “lattine”

Mancano ancora le due Red Bull all’appello con la gomma da qualifica

Si contendono il nuovo record della pista i due Mercedes, con Bottas che su gomma US fa segnare 1:13.190, e Hamilton che subito dopo gli risponde in 1:13.111, a parità di gomma

Poco fa le due Frecce d'Argento hanno migliorato i tempi di Vettel portandosi al primo posto con Hamilton e al secondo con Bottas.

Il tedesco della Ferrari si issa in vetta con il tempo di 1:13.310 – a 4 millesimi dal record della pista, di “proprietà” di Schumi nel 2004, con la Rossa – mentre Ricciardo è protagonista di un testacoda, con la gomma soft. Correzione: l’australiano non era con le medium, ma sempre su gialla

Prima uscita del venerdì con la ultrasoft ora per Vettel. Intanto Verstappen guida il gruppo davanti a Bottas, Hamilton, Vettel, Kimi, Ricciardo, Magnussen, Perez, Leclerc e Grosjean. Gli ultimi due piloti, oltre a Hamilton, Ricciardo e Vettel, hanno fatto segnare il crono con le medium. Gli altri su soft

Piccola sbavatura per Hamilton prima del rettilineo di partenza, mentre via radio Vandoorne si è lamentato di qualcosa di molto strano in curva 1, “come se la macchina venisse soffiata via”…

Il britannico si infila al terzo posto, alle spalle del compagno di box. Verstappen chiede di poter rimanere fuori ancora un giro, vuole provare ad abbassare il crono di riferimento

Hamilton si lancia con la gomma bianca ora… mentre Verstappen è salito in testa in 1:13.356, seguito da Bottas, anche lui con la gomma gialla

Verstappen, a parità di gomma con il finlandese della Ferrari, si mette terzo a 67 millesimi da Kimi. La Red Bull ha perso 4 decimi nel settore centrale, quello più veloce

Il tedesco continua a girare e si migliora ulteriormente, scendendo a 1:13.817. Intanto ai box si preparano anche Ricciardo e Hamilton. Raikkonen si prende il secondo tempo a 9 centesimi, con la mescola soft

Ferrari al comando ora, con Vettel su gomma medium. Devono ancora lasciare i box le due Mercedes e le due Red Bull, protagoniste questa mattina

Magnussen passa al comando con la gomma gialla e il tempo di 1:14.898. Sulle Ferrari di Kimi e Seb questo weekend è stata sostituita la batteria, arrivata comunuqe alla seconda unità in questa stagione. Su tutti i motorizzati Ferrari è stata rimpiazzata anche la MGU-K, arrivata a sua volta alla seconda unità

Lo spagnolo ci regala il primo crono, 1:16.835, mentre Stroll, Ericsson, Leclerc, Ocon, Grosjean e Magnussen si aggiungono alla Renault in pista

Sainz con le gomme medium è il primo a rompere il ghiaccio

Il primo a scendere in pista è Sainz jr. su Renault

+++ INIZIO FP2 +++

Sale la febbre del weekend ad Hockenheim e si alzano le temperature!

Le Prove Libere proseguiranno ora per altri 90 minuti, dove l’ulteriore lavoro in pista ci fornirà dati più completi per individuare i protagonisti di questa undicesima tappa mondiale, alla quale sembra voglia prendere attivamente parte anche la Red Bull…

Mattinata poco produttiva invece per la Sauber con Giovinazzi: il pilota italiano ancora una volta non ha avuto la fortuna dalla sua, visto che a inizio sessione il cofano motore della monoposto è schizzato via. Il collaudatore Ferrari, sceso in pista al posto di Ericsson, ha comunque portato a compimento 23 tornate, ma non è andato oltre la penultima posizione.

A parità di gomma, la ultrasoft, il quinto posto se l’è aggiudicato l’altra Mercedes, mentre le due Ferrari, entrambe su mescola gialla si sono aggiudicate la quarta e la sesta posizione. Sebastian Vettel ha inoltre sfoderato già nei primi long run un ottimo passo gara, a conferma di come anche con le alte temperature – l’asfalto questa mattina toccava già i 40°C – la Rossa sia costante e performante.

La Red Bull parte con slancio in Germania, piazzando le due monoposto in prima e terza posizione nelle FP1 del venerdì. Al mattino è stato infatti Daniel Ricciardo ad aggiudicarsi il crono migliore, 1:13.525, mentre il compagno di box Verstappen ha chiuso a 1 decimo dal vertice. Nel mezzo, la Mercedes di Lewis Hamilton, staccata di appena 4 millesimi dall’australiano.

E' tutto pronto per la seconda sessione di Prove libere in vista dell'11esimo appuntamento stagionale.

Buon pomeriggio e ben ritrovati amici de Ilsussidiario!

La Fp1 avrà inizio alle ore 11.00